Viaggiare con gli animali: come si fa?

Regole da seguire per viaggiare con gli animali

Scopriamo, nel dettaglio, quali sono alcune delle regole fondamentali per viaggiare in compagnia di cani e gatti e quali sono le informazioni da tenere sempre a mente:

  • La compagnia aerea

Ogni compagnia ha delle regole ben precise che disciplinano il trasporto degli animali domestici. È bene quindi informarsi per tempo presso gli uffici della compagnia stessa, tenendo sempre presente che ogni aeromobile ha poco spazio a disposizione per far viaggiare gli animali; la tempestività, quindi, è fondamentale, per prenotare prima possibile e prenotare il posto necessario.

  • Regole generali che valgono per tutte le compagnie

Se è vero che ogni compagnia ha le sue regole, è altrettanto vero che ci sono delle condizioni in cui trasportare un animale in aereo non è mai possibile, a prescindere dalla compagnia. Questo si verifica nei seguenti casi:

  1. Se si tratta di un cucciolo di età inferiore a tre mesi
  2. Se un animale è in stato di gravidanza
  3. Se l’animale è in calore
  • Norme generali da seguire

Tralasciando per un attimo la compagnia con cui viaggiate, il discorso non cambia nemmeno per le norme generali da seguire, obbligatorie per ogni padrone che viaggia con il suo animale domestico al seguito. Gli animali devono viaggiare obbligatoriamente all’interno del loro apposito trasportino. All’interno del trasportino, l’animale deve riuscire a stare in piedi e deve avere lo spazio necessario per poter girare su sé stesso, in modo da non sentirsi troppo costretto per tutto il viaggio.

Gli animali che viaggiano in aereo devono essere sempre puliti, non devono emanare cattivo odore e non devono per nessuna ragione uscire dal loro trasportino per tutta la durata del viaggio, a meno che passeggeri e pilota compreso non siano disposti a fare un’eccezione. Il fondo del trasportino, poi, deve essere impermeabile e il peso dell’animale, aggiunto a quello del trasportino, non deve superare i 10 Kg, anche se alcune compagnie prevedono un peso di 6 kg (ed è per questo che occorre reperire per tempo tutte le informazioni necessarie presso la compagnia aerea).

Va ricordato anche che chi viaggia con un animale al seguito è tenuto al pagamento di un supplemento sul prezzo del biglietto, mentre i non vedenti e i disabili che viaggiano insieme al loro cane guida non sono tenuti al pagamento del sovraprezzo.

Il viaggio all’interno della stiva

Se si è costretti far viaggiare il proprio animale all’interno della stiva, ricordate che anche in questo caso ci sono delle regole precise da seguire. Per prima cosa è bene informarsi per tempo, e prima ancora di acquistare il biglietto, in che genere di stiva l’animale dovrà viaggiare.

La stiva deve essere riscaldate, illuminata, pressurizzata e la compagnia ha l’obbligo di provvedere ad agganciare al trasportino i contenitori per fornire all’animale il cibo e l’acqua di cui necessita durante il viaggio.

Commenta per primo!

Lascia un commento

Your email address will not be published.


*