Differenza tra taglio laser CO2 e fibra

taglio laser fibra

Non esiste un’unica tipologia di taglio laser. Come si sa, infatti, da alcuni anni sul mercato del taglio laser, finora effettuato a CO2, si è introdotto anche il taglio laser con la fibra, che ha presentato una opportunità del tutto nuova per coloro che lavorano nel settore e che ha subito spaccato l’opinione: quale dei due è il migliore?

Dopo qualche tempo, quando il taglio laser con la fibra si è imposto e diffuso sempre di più, data l’alta efficienza di questo sistema e il basso costo di utilizzo, esso è sempre più ricercato sul mercato.
Ma quali sono le principali differenze fra il taglio laser CO2 ed il taglio fibra?

Taglio laser CO2 e in fibra

I tagli laser CO2 o laser gas sono basati su una miscela di biossido di carbonio, il quale viene elettricamente eccitato. la lunghezza d’onda del taglio è di 10,6 micrometri: si tratta di una tipologia di taglio ideale soprattutto per lavorare dei materiali non di metallo, e idoneo per la maggior parte delle plastiche.
Il taglio laser in fibra è una novità degli ultimi anni che è andata sempre più diffondendosi.

Si tratta di una tipologia di laser a corpo solido, per cui detto laser viene prodotto attraverso il “laser seed” e quindi viene potenziato per mezzo di fibre di vetro per mezzo delle quali viene trasmessa ulteriore energia.
In sostanza i laser a fibra sono in grado di produrre un diametro focale di dimensioni davvero minuscole. Questa loro precisione e la piccolezza del diametro rende l’intensità del laser anche cento volte maggiore rispetto a quella del taglio visto precedentemente.

Il laser MOPA è un tipo di laser in fibra dotato di impulsi regolabili, il che lo rende estremamente versatile.

Rispetto al taglio laser CO2, questo ha anche un altro grande vantaggio non certo senza importanza: si tratta del fatto che non ha un bisogno di manutenzione e che ha una durata di circa 25mila ore, molto lungo rispetto alla vita media di un laser. Infine il laser fibra hanno meno necessità di raffreddamento rispetto al laser CO2. Queste sono probabilmente le ragioni di un’esponenziale diffusione del laser in fibra negli ultimi anni.

A che cosa è più adatto il taglio laser in fibra? In genere esso si utilizza sempre di più per plastiche, metalli (anche rivestiti), per incisioni e per marcature oltre che per taglio.

Il futuro delle macchine taglio laser

Oggi come oggi il taglio laser fibra sta conoscendo una grande fortuna. La velocità del lavoro, i costi più bassi e gli incentivi statali ad esso collegati, hanno portato avanti la costruzione e la dotazione da parte delle aziende del settore di macchine per taglio laser in fibra. Tuttavia, è assai prematuro per dire che il taglio in fibra abbia superato quello in CO2. In realtà quest’ultimo rimane ancora la scelta principale, e soprattutto la soluzione migliore per alcune tipologie di lavorazioni dove il taglio fibra non dà il meglio di sé. È probabile che i due strumenti siano destinati a compensarsi.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*