Come preparare la casa prima di venderla

Come preparare la casa prima di venderla

L’aspetto della casa sarà il vostro biglietto da visita e forse è proprio questo il momento di mettervi all’opera con tutti quei lavoretti che avete rimandato nel corso del tempo. Questo significa tinteggiare le pareti, se necessario, curare l’ordine e la pulizia delle tende di casa e arieggiare le stanze in modo che non siano presenti cattivi odori e che l’ambiente sia sempre fresco e profumato.

Quando l’agente immobiliare accompagnerà i potenziali clienti a visitare la casa, fate attenzione a non lasciare vestiti per casa, oggetti e suppellettili fuori posto e cercate di organizzarvi per tempo per fare in modo che i vetri di tutte le stanze della casa siano sempre puliti.

Anche la porta d’ingresso dovrà fare la sua bella scena. Niente ragnatele, polvere o macchie sulla porta; dedicate qualche minuto il giorno prima della visita per lucidarla e pulirla a fondo e, nello stesso tempo, occupatevi anche del tappetino d’ingresso. Basta scuoterlo per eliminare dalla sua superficie la polvere in eccesso.

Il giorno prima della visita dedicatevi a una sessione di pulizie generali, pulite le superfici dei mobili dalla polvere, lavate i pavimenti e, se avete dei bambini piccoli, fate in modo di riordinare tutti i loro giochi in modo tale da fare ordine anche all’interno della cameretta.

Anche qualche accorgimento in cucina sarà utile per dare una bella impressione; sgomberate il piano della cucina da utensili inutili, pulite il tavolo e corredatelo con un bel centrotavola o con un vaso di fiori freschi. E non dimenticatevi dei fornelli, che devono essere puliti e lucidi.

Per quel riguarda la camera da letto, invece, ricordate di rifare sempre il letto, cambiate le lenzuola e sistemate coperte e cuscini. Si tratta di accorgimenti semplici e veloci ma che cambiano completamente la percezione che qualcuno che non conosce la casa può avere dell’ambiente.

E non dimenticatevi del bagno; il bagno deve essere pulito e brillante durante le visite guidate dall’agenzia. Tutto contribuisce a rendere l’ambiente più pulito e curato; vasca, doccia e rubinetti devono essere letteralmente impeccabile. Pena: una pessima impressione da parte degli ospiti che potrebbe penalizzarvi.

Un altro piccolo ma importante accorgimento è quello di rendere la vostra casa il meno personalizzata possibile durante le visite dei possibili acquirenti. Certo, in fase di trasloco questa operazione è più semplice. Lo è un po’ meno quando la casa è ancora abitata a pieno, ma si tratta di piccoli trucchi che permettono a chi visita la casa di poter pensare più liberamente a tutte le possibilità di arredo.

Per fare un esempio pratico ma molto efficace, chi entra a prendere visione di una casa nell’ottica di comprarla, deve avere davanti a sé una tela bianca, da dipingere con la propria fantasia e creatività. In questo modo, per esempio, senza troppi oggetti personali per casa e accenti che richiamano la personalità del vecchio proprietario, sarà più facile immaginare come poter arredare il salotto o la camera da letto.

Ultimo aspetto da considerare, ma molto importante al pari degli altri, è il giardino. Se ne avete uno, sappiate che rappresenta una buona carta da giocare per colpire in positivo chi verrà a visitare la vostra casa. Se al momento delle visite la casa l’abitate ancora si presuppone che il giardino sia sempre in ordine, ma se non vivete più già da tempo nella vostra vecchia casa, dovrete comunque occuparvi del giardino fino a quando non avrete trovato il giusto acquirente.

Questo significa spazzare le foglie secche, curare adeguatamente il prato e fare un po’ di manutenzione agli arredi esterni. Se andate incontro alla stagione fredda e intendete lasciare ai futuri inquilini il tavolo, i divanetti e tutti gli arredi che decorano il vostro giardino, dovrete provvedere a mantenerli puliti e, eventualmente, a tenerli coperti per metterli al riparo dalle intemperie. Del resto, dall’esterno il giardino è il primo elemento della casa che si noterà e quale impressione farebbe un giardino incolto e mal curato?

E, infine, un ultimo e importante consiglio che riguardo l’atteggiamento con cui ci si pone nei confronti dell’agenzia immobiliare e del possibile acquirente: siate sinceri. Questo significa segnalare tutto ciò che deve essere segnalato prima della messa in vendita dell’immobile; variazioni catastali, eventuali ipoteche, mancanze o problemi strutturali. Se omessi, questi importanti particolari potrebbero seriamente pregiudicare la vendita dell’immobile, quindi siate sempre trasparenti senza optare per imbrogli o stratagemmi.

Commenta per primo!

Lascia un commento

Your email address will not be published.


*